Category Archive : Senza categoria

Utilizzare la piastra sui capelli tinti: è possibile?

La piastra per capelli è uno strumento davvero comodo per chiunque voglia occuparsi in completa autonomia della messa in piega dei propri capelli, sopratutto se questa concerne la realizzazione di una capigliatura liscia e ordinata. Le piastre per capelli in effetti sono degli strumenti pensati proprio per tutti coloro che desiderano poter realizzare sui propri capelli diversi tipi di styling, che vadano per esempio da un semplice effetto liscio fino ad un effetto mosso\spettinato fino addirittura alla realizzazione di onde e ricci. In effetti in commercio possiamo trovare diversi modelli di piastre per capelli, ognuno dei quali potrebbe essere dotato di caratteristiche e funzioni diverse che possono renderlo proprio adatto a quel preciso tipo di acconciatura. Se state cercando una piastra per capelli ma non sapete bene di quale modello potreste aver bisogno, allora vi invito a consultare la guida

La spazzola soffiante: le differenze con i modelli rotanti.

Ogni donna sa che spesso è difficile occuparsi della messa in piega dei propri capelli, sopratutto se si ha a che fare con dei capelli che sono poco disciplinati. Tutte le donne che hanno dei capelli ricci, crespi e poco domabili potrebbero trovarsi ad avere difficoltà in tutte quelle operazioni che riguardano la messa in piega dei capelli. Ci sono comunque degli strumenti che si possono utilizzare per prendersi cura di questa fase in modo molto più semplice e veloce, uno dei metodi migliori, e anche più rapidi, per occuparsi della messa in piega dei propri capelli è quello di andare ad acquistare uno strumento ideato proprio per questi motivi. Una delle possibilità che avete in merito è quella di affidarvi all’azione di una spazzola rotante. La spazzola rotante è uno strumento che ha appunto la forma di una

Cuscini per cervicale, migliori forme e materiali

Quando si soffre di cervicalgia coricarsi per passare la notte può diventare un incubo, ma anche di giorno il fastidio crea disagio e malessere. Come ovviare a questo disturbo? Oltre alle terapie farmacologiche e a sedute dal fisioterapista c’è un rimedio semplice e conveniente, il cuscino per cervicale, i cui risultati dipendono dalla qualità dei materiali impiegati nella realizzazione, il cui comune denominatore è la rigidità, a più livelli, fondamentale per la riuscita dell’azione benefica nell’area dolorante. Il normale cuscino morbido tende a deformarsi, in genere la testa affonda nel guanciale e questo può essere controproducente per chi soffre di questa patologia.

A differenza dei prodotti tradizionali, il cuscino per cervicale è caratterizzato da una rigidità tale da poter tenere sospesa la testa e il collo che gravano sulla colonna dando da subito una sensazione di diffuso benessere. Questo grazie

Zanzariere magnetiche: i vantaggi rispetto ad un modello classico.

Tutti noi, sopratutto durante il periodo estivo, viviamo con la costante preoccupazione di dover prestare attenzione a che insetti di vario genere non entrino all’interno delle nostre case. D’estate infatti porte e finestre delle nostre case sono costantemente aperte, a causa principalmente del caldo, e il rischio che insetti come mosche e zanzare entrino in casa è davvero molto alto. Per far fronte a questo problema il metodo più pratico da utilizzare è quello di installare delle zanzariere sia su porte che su finestre. Le zanzariere infatti sono il metodo più pratico e semplice per tenere fuori casa insetti di ogni genere senza rinunciare a tenere porte e finestre aperte. Le zanzariere più classiche, quelle che per intenderci vanno installate da specialisti del settore e fatte spesso su misura, sono sicuramente comode e di qualità ma spesso hanno dei costi …

A che serve la base per lo smalto?

Molto spesso tendiamo a sottovalutare questo passaggio, ma come si può capire leggendo questa guida specifica è bene applicare sempre una base prima dello smalto. Questa ha una funzione fondamentale per una buona riuscita della manicure. La base infatti protegge la struttura dell’unghia, rendendola più forte. Se usiamo una buona base le unghie saranno belle, in salute e lucide. Inoltre saranno meno soggette a rompersi, perché rese più resistenti. Anche lo smalto durerà di più! È anche molto utile in caso di unghie fragili o rovinate, in quanto possiamo usare la base senza poi stendere poi lo smalto, per effettuare un trattamento curativo e rinforzante. Per ottenere tutti questi vantaggi dovremo optare per una base adatta e di qualità. Farlo è molto semplice se conosciamo tutte le tipologie presenti sul mercato. Leggendo le prossime righe potremo farlo con semplicità.

Come si guadagna con il fotovoltaico?

Passare a un’energia rinnovabile ed ecologica grazie al fotovoltaico può apportarci numerosi vantaggi. Oltre quelli legati a un minore impatto ambientale, e un risparmio concreto in bolletta, è bene sapere che con il fotovoltaico si può addirittura guadagnare. Ma come? Per poter ricavare qualcosa dal nostro impianto fotovoltaico possiamo rivendere l’energia prodotta e non consumata. Se per esempio i nostri pannelli producono un’energia maggiore rispetto a quella di cui abbiamo bisogno, quella in eccesso può essere ceduta a terze persone. Vediamo nel dettaglio come fare, a chi rivolgersi, e quanto effettivamente possiamo incassare dall’operazione.

Una delle prime cose da fare se pensiamo di poter guadagnare con il nostro impianto è valutare bene la scelta dei pannelli da mettere. Ne esistono infatti di diversi, tra cui: quelli in silicio amorfo, in silicio monocristallino, altri realizzati in silicio policristallino

Pulizia e manutenzione di un caminetto a legna

Mantenere sempre igienizzato il camino non solo ci consente di respirare aria pulita e pura, ma ci permette di mantenerlo al meglio negli anni. Le operazioni di pulizia quindi vanno effettuate dopo ogni utilizzo, al fine di assicurarci tale risultato. Inoltre ci sono dei piccoli interventi di manutenzione da eseguire più sporadicamente, ma che sono altrettanto importanti di quelli quotidiani. Non tutti conoscono però queste procedure, e spesso per tale motivo evitano di praticarle. Come porvi rimedio? Seguitate nella lettura o scoprite di più sull’articolo su come pulire un caminetto a legna.

Per quanto riguarda la pulizia di tutti i giorni dovremo avere la premura di eseguirla con costanza (o almeno dopo ogni uso). Ci occorre solo una spazzola dalle setole dure, o comunque abbastanza rigide, e una paletta annessa. Con questi due strumenti provvediamo a

L’antitarlo in crema funziona?

Se l’azione dei tarli sta sfuggendo di mano, e ci troviamo invasi da questi insetti, allora abbiamo bisogno di un prodotto più che efficace per poterli cacciare via. Spesso tendiamo a pensare che un antitarlo in spray non sia così forte, e optiamo per uno in crema o in pasta. Ma questi prodotti, che si possono anche fare da sé, sono davvero efficaci in questa lotta? Quali sono i migliori disponibili in commercio?

Un antitarlo in pasta è necessario quando il legno, brulicante di insetti e tarli, risulta particolarmente messo male. È nei casi più gravi quindi che possiamo pensare di adottare questo sistema per sconfiggere del tutto questi esseri. Rispetto a una soluzione spray avremo un’azione più profonda. Possiamo arrivare nei buchi e nei fori più nascosti, con un prodotto leggermente più efficace.

Se pensiamo poi

 Aforismi sulle carezze

Che cos’è una carezza? È sentire l’amore che ti passa tra le dita”. Quale frase migliore di questa scritta da un anonimo per descrivere una carezza? Nel nostro linguaggio del corpo, pregno di significati e segni diversi, la carezza è forse il gesto più tenero di tutti. Un unico cenno che può assumere svariate connotazioni, ma che in ogni caso vuol dire una cosa sola: sono con te, ti sono vicino. Pensiamoci bene: come consoliamo un amico in difficoltà, triste o sconsolato? In alcune circostanze non sappiamo come farlo, se non con una carezza. E talvolta è proprio l’unica cosa giusta da fare, come dice un utente Twitter: “a volte esserci è il silenzio di una carezza”. Persino la grande poetessa Alda Merini la pensava così, e per lei “bastava una inutile carezza a